Domenica, 25 Agosto 2019

A Attualità

L'inverno del morbillo, boom di casi nel 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sembrerebbe una fake-news, ma purtroppo non lo è. Secondo l'Istituto Superiore di Sanità, informa l'ANSA, i casi di morbillo registrati in Italia da inizio 2017 sono già oltre 1000. A fronte di 844 in tutto il 2017. Bastano queste cifre per cogliere la dimensione del fenomeno e affrontare una discussione sul tema, tanto controverso, dei vaccini. Sui 1010 casi registrati fino al 26 marzo, nel 33% dei casi si è registrata una complicanza, nel 41% un ricovero e nel 14% un accesso al pronto soccorso. Tra le vittime anche 113 tra medici e operatori sanitari. Di tutti questi ben il 90% delle persone colpite dalla malattia non era vaccinata.

Stupisce l'età media dei pazienti, solo 27 anni, con oltre il 57% dei casi nella fascia 15-39 anni e solo il 6% nella fascia di età dei bambini cui tradizionalmente viene associata la malattia. Numeri importanti che giustificano l'Organizzazione Mondiale della Sanità che mantiene l'Italia tra i paesi in cui il morbillo è ancora considerato una malattia endemica. La buona notizia per i lombardi, almeno per il futuro, è che il nuovo piano vaccini sta dando i suoi migliori risultati proprio in Lombardia con il 92,3% dei bambini di 24 mesi inoculati contro il morbillo. Una buona assicurazione per poter debellare questa malattia nel prossimo futuro. Campagne anti-vaccini permettendo.