Mercoledì, 23 Settembre 2020

L'OMS riconosce che il Covid si diffonde nell'aria

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto secondo la Reuters nuove prove della diffusione attraverso l'aria del Coronavirus, dopo che un gruppo di scienziati ha sollecitato pubblicamente a riconoscere questa evidenza scientifica. Fino ad oggi l'OMS era disposto a riconoscere solo che il virus si diffondesse principalmente attraverso piccole goccioline espulse dal naso e dalla bocca di una persona infetta. Contro questa posizione ben 239 scienziati da 32 paesi hanno portato prove che affermano che come le particelle di virus fluttuanti possano infettare le persone che le respirano.

Testualmente l'OMS ha dichiarato che "La possibilità di trasmissione aerea in ambienti pubblici - specialmente in condizioni molto specifiche: ambienti affollati, chiusi, scarsamente ventilati non può essere esclusa. Altre prove devono essere raccolte e interpretate". I governi, che fanno affidamento sull'agenzia per la politica di orientamento, potrebbero anche dover adeguare le misure di sanità pubblica volte a frenare la diffusione del virus.