Domenica, 25 Agosto 2019

C Cultura

De Sfroos a San Siro: Davide si gioca la sua Champions

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Milano. Ci saranno i Depeche Mode, ci saranno il Coldplay, ci saranno i Red Hot Chili Peppers, ci sarà Tiziano Ferro. Ma il 9 giugno lo Stadio di San Siro, la cattedrale del calcio milanese, il tempio dei live estivi sarà solo per lui. Un evento unico nel suo genere. E per questo da non perdere. Quella sera il palco sarà per Davide Van De Sfroos. Il cantautore nato a Monza e cresciuto a Mezzegra, sulla riva del Lago di Como, ha accettato la sfida che, per lui, vale come una finale di Champions League. Lui ha già riempito il forum di Assago, deliziato il Festival di Sanremo, incantato gli Arcimboldi, vinto il premio Tenco, conquistato il disco d'oro con Yanez. Questa volta l'obiettivo è di portare a Milano almeno 20.000 persone anche se, guardando il video nella sua home page (eccolo), verrebbe voglia di essere in 100.000. Sarà un evento unico e irripetibile anche per quanti non hanno mai avuto modo di scoprire cosa c'è dietro il successo nazionale di questo artista in lingua lombarda: canzoni da cui escono personaggi in carne e ossa, storie che tanti avrebbero voluto vivere, una raffinata ricerca musicale e strumentale, simpatia, voglia di cantare e ballare. San Siro come una immensa balera, San Siro come un catino del cyberfolk, Sansiro come cassa per fisarmonica, violino e mandolino. San Siro per Davide. Dal primo punk strimpellato con i Potage, il cantautore di frodo ne ha fatta di strada. Non resta che ascoltare.