Martedì, 03 Agosto 2021

Franciacorta, Oltrepò, Valtellina: gli ambasciatori lombardi al Vinitaly

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Milano. 5 Docg, 22 Doc, 15 Igt. Sono i tesori vinicoli della Lombardia, presentati oggi a Palazzo Pirelli. Saranno loro gli ambasciatori della Lombardia al Vinitaly di Verona. I Consorzi presenti a Vinitaly 2017 sono: Consorzio Franciacorta, Consorzio Lugana, Consorzio Moscato di Scanzo, Consorzio Oltrepò Pavese, Consorzio Provinciale Vini Mantovani, Consorzio San Colombano, Consorzio Terre Lariane, Consorzio Valcalepio, Consorzio Valtellina, Consorzio Valtènesi, ed Ente Vini Bresciani (in rappresentanza dei territori di Botticino, Cellatica, San Martino della Battaglia e Valcamonica). In 15 anni, dal 2010 al 2015, il valore dell'export dei vini lombardi e' aumentato del 66,8%, guadagnando oltre 100 milioni di euro in piu', grazie soprattutto a vendite da record in Asia centrale (+304%), Unione europea (+210,9%), Asia orientale (+132,6%) e America latina (+85,1%), con in testa a livello di paese la Cina e Hong Kong. Al Padiglione, realizzato e finanziato da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, ci saranno circa 200 aziende con oltre mille etichette in degustazione; la vendemmia 2016 in Lombardia si e' chiusa con un incremento del 6,7% della produzione rispetto al 2015 e un 9% in piu' di produzioni Docg. In totale, la quota di vini lombardi con riconoscimento Docg, Doc e Igt e' arrivata all'89,2%. Durante la manifestazione a Verona, quest'anno saranno premiate nello spazio della Lombardia le aziende piu' rappresentative in termini di export, come 'ambasciatori dei vini lombardi all'estero'. 

Vinitaly e' un'occasione importante a livello internazionale, alla quale sono convinto debba essere affiancata un'attivita' di sostegno alle aziende da parte delle Regioni", ha sostenuto l'assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia Gianni Fava, e lo stesso governatore Roberto Maroni in una nota sull'evento ha confermato la volonta' della Regione di sostenere questa "vocazione sempre piu' internazionale delle aziende vitivinicole lombarde". "La Lombardia vanta un patrimonio enologico unico che, anche grazie a una manifestazione come Vinitaly, e' sempre piu' apprezzato all'estero", ha commentato il residente di Unioncamere Lombardia Gian Domenico Auricchio, intervenuto alla presentazione a Palazzo Pirelli con Fava e con il presidente di Veronafiere Maurizio Danese

Leggi anche

Start Up innovative, una su cinque è "made in Lombardia"

In Lombardia c'è il passaporto (della cultura)

La carta che si riscrive, futuro prossimo venturo

Tempo di Libri a Book City Milano

Impresa e felicità: così gli olandesi vendono tulipani a Milano