Domenica, 28 Novembre 2021

Banksy, la mostra di Milano e il nuovo giallo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Da giorni è tornato sui riflettori mondiali per il "giallo" della bambina con l'hula hoop. Banksy ha confermato che un'immagine dipinta su un muro di Nottingham è una sua creazione. L'artista britannico ha confermato la notizia con un post sulla sua pagina Instagram ufficiale dello scorso 17 ottobre.

Per ora l'opera è stata protetta con un pannello di plexiglass, subito vandalizzato. L'opera vorrebbe portare un sorriso alla popolazione di Nottingham, la città con il più alto tasso di infezione nel Regno Unito. La rivendicazione della paternità arriva dopo che il 18 settembre l'artista ha perso i diritti sul marchio del graffito The Flower Thrower. Secondo una decisione europea il suo anonimato significa che non può essere formalmente identificato come l'autore. 

Mentre si discute e si crea curiosità a Milano resta aperta la mostra dedicata a questo misterioso artista (sarà uno solo?).

Fino a 13 dicembre per la prima volta in Italia “UNKNOWN Street Art Exhibition” è aperta la mostra che ospita  le principali opere di BANKSY e dei più importanti artisti dell’arte di strada. 

“UNKNOWN Street Art Exhibition” sarà aperta fino al 13 dicembre presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano ed è allestita nel foyer del teatro che immerso in una bellissima luce naturale lo rende perfetto per ospitare un’arte che nasce all’aperto.

La mostra studia e approfondisce il mondo della street art e i suoi protagonisti focalizzando principalmente sulle opere di BANKSY, uno dei più conosciuti e controversi artisti della scena contemporanea che con le sue opere irriverenti e provocatorie ha saputo diffondere messaggi di denuncia sociale in un linguaggio diretto e sarcastico. 

Presenti nella collezione del Teatro degli Arcimboldi opere iconiche di Banksy come “Girl with Balloon”, la bimba con capelli e vestito scossi dal vento a cui sfugge di mano un palloncino a forma di cuore, che evoca la fragilità dei sentimenti e degli affetti, spesso fugaci e transitori.

Non mancano “Flying Ghetto Rat” e “Laugh Now”, opere con protagonisti gli animali tanto cari all’artista: i topi e gli scimpanzé.

I topi sono senza dubbio i soggetti che più caratterizzano i lavori di Banksy, costituendone un vero e proprio emblema. Infatti, l'animale, dotato di un formidabile spirito di adattamento e di socialità, si oppone su vari fronti alla specie umana, che è invece fragile e individualista. L'unica assimilazione possibile è con gli street artist, che ugualmente si muovono in canali, tunnel e luoghi reconditi: per questo i topi di Banksy sono spesso graffittari, che comunicano messaggi di amore e pace. 

Lo scimpanzé invece rappresenta in un certo senso l’essere umano, ridicolizzato dall'artista. 

Presente anche “Rage – flower thrower”, l’opera che raffigura un uomo col volto parzialmente coperto, dalla postura aggressiva, intento a lanciare non una granata, bensì un mazzo di fiori.

 

In mostra, insieme alle opere, una spettacolare carrellata di foto d’autore delle opere di BANKSY sui muri di città come Betlemme (Palestina), Londra, Bristol e, in Italia, Napoli e Venezia e un importante approfondimento su quale possa essere la reale identità del celebre artista, con ipotesi e analisi. 

Ad affiancare le opere di Banksy, sono presenti diciotto pezzi di BLU, tra i quali il pennarello su carta “Fish ‘n Trips”, la stampa “Headquarters” realizzata per la celebre mostra “Street Art” alla londinese Tate e la prints Rennes che ripropone il murales realizzato dall’artista sulla facciata nord del Teatro Nazionale di Bretagna.

E poi opere di importanti talenti dalla street art come Phase 2, Delta 2, BenEine, 3D, KAYONE, storico writer di Milano, Bordalo II, artista portoghese che usa i rifiuti per dar vita ad animali, spesso uccisi proprio dal nostro inquinamento. 

Il tocco femminile è presente con l’americana SWOON, la sudafricana FAITH 47 e la svizzera Serena Maisto (IMAGO Art Gallery), un’artista poliedrica dall’abilità eccezionale di pittura sia su tela che altri materiali. 

“Nomi che hanno contribuito – sottolineano i curatori – a rendere le città di tutto il mondo straordinari musei all’aperto, veicolando attraverso le loro opere messaggi di resistenza culturale, ecologia e profondissima umanità”. 

La mostra è organizzata da Next Exhibition e Show Bees, in collaborazione con il Collettivo di collezionisti Xora e con il curatore di allestimento Lacryma Lisnic.

PROMO VIDEO “UNKNOWN – STREET ART EXHIBITION” : https://youtu.be/kmrjaWdYgfw

BANKSY

Di Banksy si sa che è nato a Bristol (Inghilterra) nel 1974, che è ironico e provocatorio, chiacchieratissimo sui media e protagonista di aste milionarie. 

La sua reale identità? Ad oggi rimane sconosciuta, “UNKNOWN”.

Le sue opere, spesso a sfondo satirico e sovversivo, riguardano argomenti come la politica, la cultura e l’etica, combinando un umorismo oscuro con graffiti eseguiti con la tecnica dello stencil.

I suoi murales di critica politica e sociale sono apparsi su strade, mura e ponti nelle città di tutto il mondo, su superfici pubblicamente visibili. 

L’intento è stupire e rompere le regole, creando scompiglio. Si pensi che Banksy non vende le sue opere di street art pura, ma è noto che i banditori d’aste cerchino di venderle su posto, lasciando agli acquirenti il problema della rimozione dell’opera stessa. 

 

Italiano, quasi certamente di Senigallia, si dice viva in un camper nella periferia romana. 

Come Banksy anche Blu cela la sua identità al pubblico, è UNKNOWN, toccando tematiche importanti con stile provocatorio ed irriverente. 

Poco propenso alla commercializzazione e all’esposizione dei suoi lavori – l’ultima personale autorizzata risale al 2007 e l’ultima sua opera multipla al 2012 – Blu conserva, invece intatto il primato della strada: imponente il suo “Uomo Carrarmato”, una delle serrande dipinte a Bologna negli anni Duemila, presente in mostra.

TEATRO ARCIMBOLDI

Viale dell’Innovazione 20 – Milano - www.teatroarcimboldiarte.it  Infoline: + (39) 02.64.11.42.212

  https://www.facebook.com/teatrodegliarcimboldi/

 

  https://www.instagram.com/teatrodegliarcimboldi

GIORNI E ORARI DI APERTURA:

- da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 19.00

- sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 20.00

Orario continuato. Nel rispetto delle norme in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, l’accesso agli spazi espositivi è contingentato con ingressi a ogni ora.

Ultimo ingresso consentito in mostra un’ora prima dell’orario di chiusura.

PREZZI BIGLIETTI:

Intero: 14 euro + prev.*

Ridotto generico (valido per over 65, under 12, cral convenzionati, media partner, disabili): 12 euro + prev.

Ridotto gruppi (per un minimo di 10 persone): 10 euro + prev.

Ridotto scuole (per un minimo di 10 studenti): 8 euro + prev.

Promo 2 mostre (Monet – the Immersive Experience + UNKNOW Street Art Exhibition): 18 euro + prev.

Open (per visitare la mostra in giorno e orario a piacere): 15 euro+ prev.

 

I bambini di età inferiore ai 3 anni non pagano il biglietto.

*Il costo di prevendita è di base di 1.50 euro, ma cambia secondo la modalità di acquisto scelta (ritiro presso il luogo dell’evento o spedizione a casa con corriere).

 

CIRCUITO DI PREVENDITA TICKETONE

I biglietti sono acquistabili in rete e in tutti i punti vendita TicketOne - www.ticketone.it

Durante i giorni e gli orari di apertura della mostra sarà possibile acquistare i biglietti anche direttamente al botteghino presso il Teatro degli Arcimboldi. L’organizzatore invita caldamente il pubblico a prenotare la propria visita per evitare assembramenti in biglietteria.

 

INFO E PRENOTAZIONI GRUPPI E SCUOLE:

Per info sulla location è possibile contattare la biglietteria del teatro : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 02.64.11.42.212

Per info sulla mostra è possibile contattare l’e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per prenotazione gruppi (10 persone) è possibile contattare l'e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per info eventi aziendali contattare l’e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.